martedì 15 maggio 2012

21 I bambini e il colore
Raccogliendo pensieri...

Argomento a reti unificate oggi... parte l'iniziativa "di BLOG in BLOG" e,
 l'argomento scelto a gran voce dai partecipanti è proprio
"I bambini ed il colore".

Osservando i disegni, i lavori ed i caratteri dei miei figli, un pensiero si è sviluppato prepotentemente nella mia testa.
Come adulti, nella grande maggioranza dei casi, siamo portati a credere che i bambini abbisognino di colori tenui, tinte pastello, effetti smorzati.
Sembra che questa nostra convinzione non regga.
I bambini, SE possono scegliere e SE hanno davanti un vasto campionario di materiali, optano spesso e volentieri per colori e tratti molto vivi, forti, vivaci e allegri.

Ne sono esempio lampante questi due disegni (pescati fra tanti)
che la Generale ha realizzato a 4 anni...

"Ritratto di papà"
tecnica: linea libera - pastello su carta riciclata

Se guardo questo disegno, oltre alle tipiche linee molto marcate, posso notare che la scelta è ricaduta su pastelli (che perciò hanno un tratto che più facilmente risulta "leggero) con colori dai toni molto forti e vivaci: viola, blu, rosso, nero, arancio, verde... non ci sono tonalità pallide e slavate, ma tratti decisi dai colori ben definiti...



"Genitori in partenza..."
tecnica: primitive stich - pennarelli su carta riciclata

Qui, la scelta è ricaduta sul pennarello, perciò un tratto naturalmente più carico, ma sempre colori forti e decisi: blu, verde, fuxia, rosso e giallo


Con il passare degli anni, la tecnica si affina, ci si approccia a nuovi materiali, ma il bisogno di colori forti e decisi non diminuisce... ecco un biglietto realizzato (sempre dalla Generale) a 8 anni.
L'azzurro carico, il giallo e il verde, il materico filo rosso impregnato e affogato in colla e colore.
Inizia ad affiorare l'uso di colori particolari: oro e argento (siamo femmine dopotutto, iniziamo a notare certe differenze... ;) ) 


Un anno dopo... 9 anni!
"Dipingendo su tela"
tecnica: libera espressione - colori per stoffa su tela

Se trasferiamo i colori su tela, il risultato non cambia, i colori primari la fanno da padrone, il nero conquista posizioni.
Le femminucce iniziano a lasciarsi condizionare da simboli e grafismi, ad osservare e seguire la linea della compagna vicina, a creare un stile simile seppur personale, a cercare un equilibrio fra pieni e vuoti, a siglare in modo preponderante le loro opere mettendosi (volutamente o no) al centro dell'attenzione.
I maschietti invece passano da un estremo all'altro: l'uccellino, carico di colore, vivacissimo per tratto e scelta cromatica contrasta con i tratti essenziali e ridotti al minimo indispensabile dell'orsetto. A 9 anni, il richiamo del gruppo, l'omologazione si limita solo ad alcuni ambiti, l'espressività ne è ancora immune! 

Crescendo, verso i 10 anni...
anche in altri ambiti, come la creazione di un pupazzo e la conseguente scelta delle stoffe,
i maschietti sceglieranno i materiali con evidente preferenza per i colori vivaci e i forti contrasti.
Queste scelte così ardite eppur armoniche, porteranno alla creazione di un'opera che rispecchia la passione, la gioia di vivere, la vivacità tipica e senza mezze misure di questa fascia d'età.
Amore, rabbia, passione... pace, serenità e tranquillità non avranno colori diversi e diametralmente opposti, saranno sempre e comunque selezionati i colori decisi, senza mezze misure, esattamente come i sentimenti forti ed eccessivi (preludio di adolescenza) che esplodono impazienti e senza controllo e che, solo con gran fatica si imparerà a riconoscere, controllare, domare negli anni successivi.




Invece, le bambine alla stessa età, iniziano già a mediare, a dominare ed esternare con moderazione i loro sentimenti, soprattutto quelli legati alla pace e alla serenità, usando colori più riflessivi, che smorzano i toni, che rendono immediatamente comprensibili i sentimenti di amore, tenerezza, serenità...


pur manifestando e mantenendo la scelta di tratti evidenti che manifestano gioia e allegria, cercando però di mantenere sempre l'equilibrio delle cose...


Questione di geni, di dna, d'inclinazione, d'influenza esterna?
Secondo me, un insieme di tutte queste cose, secondo me comunque crescendo abbandonano un po' di spontaneità per lasciarsi "contaminare" da alcune linee ataviche già prefissate per i due sessi, da alcune "contaminazioni esterne" che inconsciamente assorbiamo crescendo.

Nessuno studio psicologico, ovviamente tutto ciò che ho scritto è stato dettato dall'osservazione fatta in questi anni sui miei figli. Pensieri sparsi e disordinati sulle loro scelte cromatiche, pensieri nati così, quando meno te l'aspetti, come quelle note, quei ricordi, quei flashback che attraversano la mente senza logica...
Solamente un tirare le somme sui tanti disegni che mi sono passati fra le mani dall'infanzia ad oggi.  

Tirando le fila di questa riflessione...
allora, perché, ci ostiniamo a propinare ai più piccoli colorini sbiaditi e offuscati?
Perché, crescendo ci convinciamo che questi siano i colori giusti per i piccolissimi, cosa ci influenza a tal punto da smettere di osservare le loro scelte cromatiche e decidere che le nostre scelte pastellose siano quelle giuste?

Temo che siamo più "inquinati" di quel che crediamo da ciò che ci circonda, da messaggi subliminali che oltre a bombordarci nell'immediato, ci vengono anche trasmessi "da madre in figlia"...


E voi, che ne pensate? Vi siete mai soffermati su questo pensiero?

Spero avrete voglia di spendere due minuti per darmi il vostro parere, sono proprio curiosa di sapere se il mio punto di vista è limitato ai miei figli oppure avete notato anche voi delle somiglianze con quanto detto.


Questo post, come vi ho detto all'inizio, partecipa a
Vi piace l'idea di un tema comune da affrontare,
da approfondire secondo diversi punti di vista,
vorreste partecipare?
Questo, in sintesi, lo scopo del gruppo:
"di BLOG in BLOG è una vera e propria staffetta tra blogger affini, ogni mese ci sarà un tema e si raccoglieranno le adesioni attraverso il gruppo organizzativo, il giorno 15 del mese usciranno tutti i post con in calce l'elenco degli altri blogger partecipanti.
Per partecipare si devono seguire delle regoline semplici e si è liberi di decidere mese per mese se scrivere dell'argomento scelto (votato a maggioranza nel gruppo), oppure se saltare."
Questo il link alla pagina dell'iniziativa e se decidete che volete esserci, questo è quello del gruppo!
Beta

Il prossimo tema del mese è fissato per il 15 giugno, nel frattempo, approffondite questo argomento girando di blog in blog, fra tutti quelli che hanno partecipato a questo primo appuntamento:
Alessia scrap & craft http://www.4blog.info/school
Casa Organizzata http://www.casaorganizzata.4blog.info/
Mamma & Donna http://www.mammaedonna.info
BabyGreen - www.babygreen.it
Priorità e Passioni - http://prioritaepassioni.blogspot.it/
Il caffè delle mamme -http://www.ilcaffedellemamme.it/tag/di-blog-in-blog/
ParoladiLaura - http://www.paroladilaura.blogspot.it/
simona elle - www.simonaelle.com
Ideamamma http://www.ideamamma.it/
Mavie - http://www.mavie.it/tag/di-blog-in-blog/
MadreCreativa www.madrecreativa.blogspot.com
Vivere a piedi nudi http://vivereapiedinudi.blogspot.it/search/label/di%20blog%20in%20blog
La bussola e il diario: la vita e il viaggio http://bussolavita.blogspot.it
Cento per cento Mamma http://centopercentomamma.blogspot.com
Mammachetesta http://www.mammachetesta.com/category/di-blog-in-blog/
Mammola Blogspot http://www.mammola-ilmondochevorrei.blogspot.com
Per mille cammelli! http://permillecammelli.blogspot.it/
Tulimami http://tulimami.blogspot.it
Il Pampano http://ilpampano-designbimbi.blogspot.it/search/label/di%20blog%20in%20blog
Palmy (Mens Sana - Learning is experience) http://laproffa.blogspot.it/search/label/di%20blog%20in%20blog
Penso Invento Creo http://pensoinvento.blogspot.it/
MAMMAMIACOSAFACCIO!? http://mammamiacosafaccio.blogspot.it/
MAMMACHECASA! http://mammachecasa.blogspot.com
Viaggi e Baci http://viaggiebaci.wordpress.com
Allegri Briganti http://www.allegribriganti.it/blog/
Diario magica avventura http://lamiadolcebambina.blogspot.it/
Bimbiuniverse blogspot http://bimbiuniverse.blogspot.com
Il mondo di Cì http://ilmondodici.blogspot.it/search/label/staffetta%20blog
Tanto per... http://tantoperche.blogspot.com
Mamma Studia! http://mammastudia.blogspot.it/
MammeMatte http://www.mammematte.org
Silvia Ballico http://lavandaecioccolato.blogspot.com
GocceD'aria: http://goccedaria.it
Design Therapy http://www.designtherapy.it
Le M Cronache http://lemcronache.blogspot.com
sono una mamma non sono una santa http://theyummymom.blogspot.it/
ero Lucy Van Pelt http://erolucyvanpelt.blogspot.com/
diario per Bia http://diarioperbia.blogspot.it/search/label/di%20blog%20in%20blog
Il Blog della Simo http://simobre.wordpress.com/tag/dibloginblog/
Unamammaperdue : http://www.unamammaperdue.blogspot.it
Bodò. Mamme con il jolly: http://bbodo.wordpress.com/
Monica e lo Scrapbooking http://www.monicc.wordpress.com
Crea-Family http://crea-family.blogspot.it/
Elegraf http://elegraf77.blogspot.it/
Accidentaccio http://accidentaccio.blogspot.it/
Kreattiva http://kreattiva.blogspot.it
Passe-partout http://partoutml.blogspot.it/
Ferengi in Addis http://ferengiaddis.wordpress.com/
Home-Trotter http://www.home-trotter.blogspot.it
Cuore di Leonessa http://mogliefidanzatedelreggimentosanmarco.wordpress.com/
RitaQuatriniVaselli http://ritavaselli.blogspot.com
Cristina http://udinelamiacittaenonnapina.blogspot.it/
Mother of Two http://mammadisem.blogspot.it/

21 commenti:

  1. Riflessioni molto interessati!
    P.S. Sono di nuovo su pinterest :)

    RispondiElimina
  2. Io ho un maschio e una femmina, grandi ormai e devo dire di ritrovare nelle tue considerazioni, esperienze vissute con loro. Sicuramente la società influisce, sarebbe interessante studiare il modo in cui bimbi di altre parti del mondo si rapportano con i colori.

    RispondiElimina
  3. :) artista e critica d'arte nella stessa casa: è forse il primo caso di pace tra due categorie in etern conflitto!!!
    Bravissima tua figlia, è vero che il talento è innato!

    RispondiElimina
  4. Contributo molto bello e originale, c'è sicuramente un'influenza dall'esterno. Noi ce la metteremo tutta per lasciarli esprimere liberamente il più possibile e w i colori vivaci a tutte le età, io li amo e indosso ancora!
    Un bacio!

    RispondiElimina
  5. L'adolescenza in particolare è la stagione in cui o si tende a omologarsi per desiderio di integrarsi con il gruppo dei pari o si tende a distaccarsene in modo antagonista ma sempre collegato al mondo da cui ci si vuole differenziare... eppure è possibile anche a quell'età educare alla libertà, al pensiero divergente... noi adulti possiamo fare molto in questo! Grazie di questo contributo, a presto!

    RispondiElimina
  6. Dimenticavo... cos'è quel cartellone sulle emozioni della settimana?

    RispondiElimina
  7. mi piace come l'hai presentato!!!e quanto è brava...direi buon sangue non mente ;)

    RispondiElimina
  8. Leggendo le tue riflessioni ho subito pensato alla pubblicità per prodotti destinati ai bambini che si vede ad esempio in televisione. Non a caso vengono usati colori forti e accesi. Se è vero che con i colori trasmettiamo emozioni, la sceltà degli adulti può essere dettata dalla tenerezza che bimbi suscitano. I bambini esprimono l'energia e la vitalità di cui sono pieni. Ciao _Paola

    RispondiElimina
  9. io ho sempre amato i colori decisi per la mia bimba, non ci avevo mai pensato, bella la tua storia di bimbi che crescono con i colori....ILE

    RispondiElimina
  10. Beta, bellissime queste osservazioni da mamma esperta. Ho letto un post di questa staffetta che parla proprio dei motivi che ci fanno scegliere colori pastello.. ma sono una smemorata! Sicuramente lo leggerai!

    RispondiElimina
  11. mi ritrovo nelle tue osservazioni... e nella constatazione che gli stimoli e le influenze esterne hanno una parte non irrilevante nel percorso artistico e cromatico dei bambini

    RispondiElimina
  12. Purtroppo le esperienze quotidiane influiscono molto sulla formazione del nostro lato artistico, e non sempre i nostri piccoli sono abbastanza stimolati in questo senso a scuola.

    Dipende da chi incontrano sul loro cammino!!!
    Complimenti Beta i tuoi articoli mi piaciono sempre molto
    Baci
    Moni

    RispondiElimina
  13. In un mondo che tende ad incasellarci ed ad omologarci non dobbiamo stupirci di come i nostri figli assorbano gli stimoli esterni e anche un colore ne e' la prova.Bel post

    RispondiElimina
  14. Ciao, mi piacerebbe che partecipassi al giveaway che ho organizzato sul mio blog assieme a Fra di Flors de la Terra. Si intitola “Scala la Marcia” ed invita alla pratica della decrescita. Per partecipare si aggiunge un proprio post che parli di buoni propositi. Le mie follower sembrano essere spiazzate {possibile nessuno abbia buoni propositi???} ma spero che col tuo contributo possano farsi un’idea su cosa significhi vivere nel rispetto dell’ambiente. Se ti va di partecipare, eccoti il link! {http://cecrisicecrisi.blogspot.it/2012/05/giveaway-flors-de-la-terra-cosmetica.html}
    Grazie, Alex

    RispondiElimina
  15. ciao, anche io partecipo alla staffetta e alla tua domanda ho praticamente risposto nel mio post. Aggiungo che i bimbi cambiano velocemente e attraversano tante fasi (molto efficace questa tstimonianza fotografica di quelle dei tuoi) ma sicuramente all'inizio, quando non sanno ancora esprimersi e sono occupati ad ambientarsi prevalgono le scelte dei genitori, e purtroppo non solo all'inizio... ciao!

    RispondiElimina
  16. molto bello il tuo post, davvero interessante! la mia bimba a tre anni adora il rosso e il rosa acceso. ora sono in attesa di un maschietto e dopo la lettura del tuo post starò più attenta a non immergerlo di peso nel tenue celestino imperante per i neonati!!! :)

    RispondiElimina
  17. Non posso che darti ragione, ho scritto cose simili nel mio post, le preferenze per i colori cambiano in riferimento al sesso e all'età. Ciao Simona

    RispondiElimina
  18. sono certa che sarà la kreattiva del futuro la tua piccola ;-) ciao rosa.kreattiva

    RispondiElimina
  19. la tua bambina promette bene elisabetta, belle riflessioni, e quanta nostalgia a vedere certi disegni e lavoretti;((( ciao elena

    RispondiElimina
  20. Che bello questo percorso attraverso il mutamento della creatività

    RispondiElimina
  21. Hai proprio ragione anche Stefano ama i colori decisi da sempre. Il suo colore preferito è il giallo.
    Bellissima riflessione
    Elena

    RispondiElimina

Ti va di lasciarmi un "allegro bisbiglio"?
Mi renderebbe molto felice conoscere la tua opinione sui miei lavori e condivisioni.
E torna pure a trovarmi, cercherò sempre di lasciare una parola di risposta, un saluto, un semplice grazie.

N.B.: Tutti possono commentare anche come anonimi (in tal caso, ricordate di firmarvi) ma le vostre parole, le potrete rileggere solo dopo la mia approvazione... non è mancanza di fiducia, ma difesa da spam! ;)

Grazie a tutti!

linkwithin

Related Posts with Thumbnails