venerdì 16 marzo 2012

18 Ghirlande natural-mode...
{l'ho fatto io!}

Ghirlande di viticcio,
per ricordare antichi mestieri,
per riproporre atavici gesti,
per "riutilizzare" naturalmente, 
per dare spazio alla creatività...


Tre ghirlande (+1): una grande, una media, una piccola...


Tre ghirlande (+1) nate usando i rami potati della vigna,
gli stessi che avevate visto qui.

Tre ghirlande (+1) ricordando i gesti antichi del nonno
che le riutilizzava per i lavori nei campi
(per legare piante e rami soprattutto)...

ed io, senza ripensarci tanto, ho ripetuto gli stessi gesti,
uno in particolare:
metterli a bagno una notte prima di usarli!
 E poi?
Volete sapere come ho fatto le ghirlande?
Vi servono dei rami di vite (o di salice) innanzitutto,
del fil di ferro,
una pinza con tenaglia...

1 *  tagliate alcuni pezzi di fil di ferro (se fosse troppo leggero, magari piegateli a metà);

2 *  prendete un viticcio ed unite le due estremità lasciando un po' di centimetri per parte e fissate con il fil di ferro fissandolo bene;

3 * con un altro pezzo di fil di ferro, congiungete bene anche i due lati che avete lasciato sporgenti e con le mani, con molta delicatezza, "forzate" il viticcio in modo da dargli una forma rotonda. Non serve sia perfetta perché poi vi aiuteranno anche i viticci che metterete in seguito a forgiarla;

4 *  appoggiate il secondo viticcio dalla parte opposta (partendo sempre con la parte più grossa), rispetto alla prima giuntura e, fissatelo con il fil di ferro.

5 *  adesso, con molta delicatezza e pazienza, fatelo passare dentro e fuori dal cerchio, in modo da avvolgerlo al cerchio di partenza e se serve, fissate il punto finale con del fil di ferro. Potete anche partire da questo punto con il terzo viticcio e perciò, con il fil di ferro, li fermerete entrambi.

6 *  dopo aver fissato con il fil di ferro i primi 3/4 viticci, vedrete che non ne avrete quasi più bisogno, perché a questo punto, i viticci successivi basterà incastrarli su quelli già intrecciati... fate attenzione a non rompere i "riccioli" naturali del ramo, daranno movimento e bellezza alla ghirlanda.
P.S.: naturalmente, più rami intreccerete, più ciciotta diverrà la ghirlanda.



... ed ecco qua: uno, due, tre
la ghirlanda è fatta!


Ed ecco anche il +1,
la quarta ghirlanda!
Ho voluto cimentarmi con una forma a cuore...
una faticaccia!!! 


Però ce l'ho fatta,
anche se la prossima volta, proverò a procurarmi rami di salice,
la vigna è un po' testarda...
infatti, con i rametti più piccoli, ho creato all'interno un graticolato,
che aiutasse il cuore a mantenere una forma piatta
(altrimenti, tende a piegarsi a metà)



ma, sapete una cosa?
Il graticcio interno, nato per necessità, mi ha dato un'idea,
è un fantastico supporto per incastrarci i biglietti!
Penso proprio che presto sarà bello pieno,
intanto ho iniziato con i biglietti di due care amiche:
quello di Ines (adorabile!) e quello di Sybille (stampa di uno dei suoi dipinti).


Le altre, invece, rimarranno ancora un po' così
in attesa di essere decorate.

Ah, naturalmente, se vi cimenterete anche voi con questo lavoro,
rimango in attesa di vedere le vostre ghirlande!

Sereno w.e., a domenica...

Beta

18 commenti:

  1. Ciao Beta, sono bellissime! Quella a cuore poi è favolosa :)
    Ci ho provato anch'io, dalla foto della tua domenica con le potature mi era rimasta quell'idea in testa e allora ho provato, poi l'ho decorata per metterla sulla porta in attesa di Pasqua:
    http://tuttiicoloridicria.blogspot.com/2012/03/ghirlanda-di-pasqua-con-viticci.html
    Ciao!! A domenica :)

    RispondiElimina
  2. brava! vorrei fare invece una corona d'alloro, dici che il procedimento sarà simile?

    RispondiElimina
  3. Che belle! Ma che lavorata immagino! :O

    RispondiElimina
  4. Bravissima , sono bellissime le tue ghirlande e belle anche le foto..complimenti

    RispondiElimina
  5. Meravigliose!Adoro le ghirlande,ma le prendo già fatte per poi decorarle( certe mi piacciono anche senza niente!) ,perchè ho difficoltà a trovare i rami.Quella a cuore è stratosferica...sei stata davvero bravissima!Se un giorno trovo quel che serve,ci provo e poi ti faccio sapere,anzi,vedere!:-)

    RispondiElimina
  6. Anch'io le realizzo con i resti delle potature.....ma di rosa!!! Possiedo un esemplare sarmentoso, che amo, il quale sviluppa durante la crescita, lunghezze smisurate e pochissime spine!!! Appena potati, i rami sono flessibili e morbidissimi; lavorandoli emanano un profumo meraviglioso, la piegatura ne sprigiona l'essenza intrinseca e sì....hai perfettamente ragione quando dici che intrecciando i rami si ha la sensazione di replicare un gesto antico! Un abbraccio affettuoso e buon fine settimana!

    RispondiElimina
  7. fantastiche ... io le adoro letteralmente!! a me le fa una mia cara amica... le devo far vedere quella a cuore!!!
    Ciao Clod

    RispondiElimina
  8. ciao eli, le adoro sono bellissimi...molto provenzali..come mi piacerebbe farne una .... ti sapro' dire se riesco nell'impresa....sembra cosi' semplice tutto se si hanno le mani d'oro^_* ma io non le ho, baci elena

    RispondiElimina
  9. Ciao! Io ho chiesto a mio suocero di tenermi i rami di vite, ma non sapevo che sarebbe meglio metterle a bagno prima!
    Pensavo di utilizzarle per dei centri tavola e delle ghirlande pasquali!
    Belle le tue!!
    Anna

    RispondiElimina
  10. ...complimentissimi....questa idea è una forza e anche quella qui sotto.

    ...mi tocca adesso andare in giro anche per vigne...:)))
    ...brava!!!
    ciaoo Vania

    RispondiElimina
  11. Bellissime le tue ghirlande, prima o poi ci voglio provare anch'io...abito in campagna e la materia prima non mi manca!
    Puoi tranquillamente pinnare i miei gufi...se vuoi c'è già anche il mio pin!
    Buon fine settimana a te e grazie per essere passata a trovarmi!
    Tiziana

    RispondiElimina
  12. Che belle queste ghirlande e che idea quella della ghirlanda a cuore portabiglietti, brava!

    RispondiElimina
  13. bellissime! il cuore è una meraviglia!
    ciao, buon week end!

    RispondiElimina
  14. che carine beta!!!io le vedrei piene di cuoricini di stoffa!!
    come sempre....muoio di invidia!!!
    brava!!

    RispondiElimina
  15. Sono bellissime!che bella idea il cuore con i bigliettini,sai sempre stupire:)

    RispondiElimina
  16. Che belle! Brava, mi piacere iniziare la giornata con questi post che evidenziano la bellezza nelle piccole cose, nella semplicità e nella natura. Le foto sono come al solito notevoli.

    La mia proposta quasi in tema....
    http://prioritaepassioni.blogspot.it/2012/03/riconoscere-lessenza-delle-cose.html

    RispondiElimina
  17. Beta sono stupende, anche a me ricordano i gesti del nonno, lui usava il salice e faceva i cestini...sono bellissime, il duro lavoro e la caparbietà ti hanno premiata perchè ne sono uscite fuori delle ghirlande veramente uniche, complimenti!! Buona domenica un abbraccio kinà

    RispondiElimina

Ti va di lasciarmi un "allegro bisbiglio"?
Mi renderebbe molto felice conoscere la tua opinione sui miei lavori e condivisioni.
E torna pure a trovarmi, cercherò sempre di lasciare una parola di risposta, un saluto, un semplice grazie.

N.B.: Tutti possono commentare anche come anonimi (in tal caso, ricordate di firmarvi) ma le vostre parole, le potrete rileggere solo dopo la mia approvazione... non è mancanza di fiducia, ma difesa da spam! ;)

Grazie a tutti!

linkwithin

Related Posts with Thumbnails